VFT Racing – Gara difficile per Smith, Brenner unfit

Il circuito di Magny Cours, in Francia, ha ospitato oggi la Superpole e la tredicesima gara stagionale della WorldSSP.
Nella giornata di ieri, l’inglese Kyle Smith e lo svizzero Marcel Brenner erano scesi in pista per prendere confidenza con la pista francese. Purtroppo nel primo turno di prove libere del mattino Brenner è stato vittima di una caduta in cui si è rotto il polso rendendo per lui impossibile continuare il week-end. Il Team gli augura una pronta guarigione e di rivederlo presto in pista.
Nella mattina di oggi si è disputata la superpole, valevole per decretare la griglia di partenza delle due gare di questo quinto round. Il pilota inglese ha fermato il cronometro in 1'41.587 e si è posizionato al diciassettesimo posto.
La gara si è disputata nel soleggiato primo pomeriggio, interrotta anzitempo dopo solo 12 tornate dalle 19 previste, per un pilota rimasto a terra dopo caduta e conseguente esposizione della bandiera rossa che ne ha decreto anche il termine.
Prova difficile per Smith, il pilota inglese è partito bene dalla quinta fila e al termine del primo giro è transitato sedicesimo. Nel proseguo della gara, Kyle riesce ad avere un buon passo e lottare costantemente per la zona punti. Purtroppo la Bandiera rossa non ha permesso al pilota inglese di provare la rimonta nella parte finale di gara, relegandolo al diciassettesimo posto finale.
Domani sempre a Magny Cours il pilota del VFT Racing Team disputerà la seconda ed ultima gara di questo weekend.
Magny Cours – Supersport World Championship
Superpole: 1) CARICASULO (Ducanti) – 2) BALDASSARRI (Yamaha) - 3) HUERTAS (Kawasaki) – 4) BULEGA (Ducati)…. 17) SMITH (Yamaha)
Gara 13: 1) BALDASSARRI (Yamaha) – 2) VAN STRAALEN (Yamaha) - 3) AEGERTER (Yamaha) – 4) ONCU (Kawasaki) … 17) SMITH (Yamaha)

Kyle Smith: “Durante il corso della gara, mi sono ritrovato battagliare. Purtroppo come ho superato Sommer in frenata, sono andato a sbattere con Sofuoglu e l'incidente ha fatto fermare la gara, con l’esposizione della bandiera rossa. Voglio scusarsi con lui e la sua squadra anche se a volte questo accade nelle corse. Per quanto riguarda la mia gara, mi sentivo molto veloce, in alcune zone e lento in altre. Sto lottando per trovare il giusto equilibrio di cui abbiamo bisogno per essere più competitivi, ma continuerò a dare il mio massimo. Ringrazio il team e gli sponsor"